Aria Suspension per Slamp

Presenteremo oggi uno dei più ricercati prodotti dell’ azienda “Slamp” , marchio noto a cui dedicai un articolo precedente di etaqua. La Slamp non smetterà mai di sorprendervi, le sue linee sono sempre pronte a donare stupore e attrattiva e, senza farvi rimanere sulle spine troppo a lungo ecco a voi “Aria Suspension”.

Riconoscibile per la sua eleganza, la definisco armonica nei movimenti. Fluttuosa e percorribile, la definizione arriva nel tragitto che si fa seguendo le molteplici “sfoglie” . La sua grazia ed il suo fascino avvolgono e sequestrano lo sguardo in modo preciso nella predilezione, nello scegliere.

Incantata dal carisma del suo riconoscibile carattere. La troviamo nelle tre colorazioni che sono  “Aria Transparent”, che è quella riportata dai miei scatti, “Aria Gold” & “Black Shade”.

Della suddetta “Aria Suspension” abbiamo inoltre l’eventualità di sceglierne le dimensioni, che sono: “S”, “M” ed “L”. I materiali imiegati Cristalflex /  Lentiflex. Grazie anche al policarbonato trasparente si ha un effetto etereo e per le altre la caratteristica è sempre diversa. All’occorrenza,in base all’intensità di luce desiderata, possiamo metterla anche a gruppi di due o tre. Garantisco per ambienti sia grandi che dal notevole soffitto, una luce immediata capace di tenere la scena. I masterpiece, i capolavori della Hadid, si compongono come ci descrive Slamp, di una struttura radiale formata da 50 layers,cioè strati tra loro diversi per darci un esempio di tridimensionale unico ed incomparabile.

Ed è qui che vorrei fermarmi e ringraziare in forma garbata e nobile il lavoro di una vero architetto e designer inglese nata in Iraq. Zaha Hadid. Un nome che farà sempre eco all’arte del creare e comporre in maniera forte ed entusiasmante. Una donna che resterà l’esempio più possente e considerevole nel tradurre in forma articolata e concreta le idee più belle dalle forme e dai contenuti brillanti.

A lei il mio rispetto.

“Aria Suspension” per Slamp Copyright Roberta Rughetti

 

“Aria Suspension” per Slamp Copyright Roberta Rughetti
“Aria Suspension” per Slamp Copyright Roberta Rughetti

 

“Aria Suspension” per Slamp Copyright Roberta Rughetti

 

 

Prandina Design srl

L’ inconfondibile ditta “Prandina design srl”, sita nel comune italiano di Schiavon (VI), vanta una tradizione familiare che si colloca precisamente nell’anno 1978. Il tutto deriva dalla forte e maturata esperienza del Sig. Enzo Prandina, il quale fonda l’azienda facendola propria dopo aver lavorato presso una ditta di prestigio produttrice di mobili.

L’altissimo e curato stile della Prandina deriva da una passione e consapevolezza evidente. In seguito la ditta individuale si modifica da S.N.C. che di poi affitta il ramo d’azienda alla Prandina Design srl. Nel tempo trova la sua estensione, sia sul mercato italiano che estero, attraverso prodotti dal dettaglio ricercato dato dalle mani artigianali e rifiniture accorte di falegnami professionisti del campo.

Presenta una linea che si estende dal classico al contemporaneo, la produzione avviene anche secondo le necessità e disegno del cliente. Nel tempo il Sig. Enzo Prandina viene affiancato dai figli che daranno un ampliamento alle varie linee di produzione già formato da 400 articoli con la realizzazione di nuove collezioni, al passo della realtà richiedente.

Collezioni innovative che seguono la linea di mercato, librerie multifunzione e finiture più glamour dai colori che vanno dal ciliegio tipo laccato moka, laccato bianco puro con dettagli argento ecc.Un’ampia realizzazione di mobili e complementi anche personalizzati che trovano il supporto e locazione per abitazioni, di solito ville ,molto spesso all’estero, su misura anche, in base alla richiesta del Cliente. L’azienda è operante e presente dall’Europa, alla Russia, Kazakistan, Turchia, America ed altro ancora.

Proporrei ora una delle sue creazioni più belle che ho potuto provare e toccare con mano, riferendovene la qualità altissima dei materiali utilizzati e dai particolari studiati per garantire una visione meravigliosa del prodotto nella sua collocazione in ambienti raffinati.

Poltrona “Prandina design srl” collezione “Praga” Copyright Roberta Rughetti

 

Poltrona “Prandina design srl” collezione “Praga” Copyright Roberta Rughetti

 

Poltrona “Prandina design srl” collezione “Praga” Copyright Roberta Rughetti

 

Poltrona “Prandina design srl” collezione “Praga” Copyright Roberta Rughetti

 

Poltrona “Prandina design srl” collezione “Praga” Copyright Roberta Rughetti

 

Eccola, dalla collezione “Praga” la poltrona per eccellenza. Forme dall’armonia unica, un pellame a dir poco raffinato e di qualità notevole. Seduta comoda ed ampia. Suggestiva rappresentazione di chi riesce a realizzare un’opera meravigliosa. La mia immaginazione cerca di ripercorrere cosa possa esserci dietro una realizzazione così forte ed accurata. Mani e menti che sconvolgono e seducono l’ambiente circostante. Facciamo caso alle grinze di questo pellame pregiato, guardiamo attentamente il legno e le sue caratteristiche nobili, dai materiali ai colori che creano il giusto legame di uno dei tanti prodotti della Prandina design srl.

 

 

Recarlo

“Recarlo” è un’azienda valenzana che tratta gemme uniche dalla sublime purezza ed eleganza, nel modo più raffinato che io conosca. Attraverso ciò che è lo studio ed il noto “charme”, componente che dona “l’essenza” piu’ amabile. Si dà l’opportunità di “vestirsi” per mezzo della luce, “espressione” incomparabile dei suoi diamanti.

La maison Recarlo, trova nel 1967 il suo anno di nascita. L’azienda diventa figura di primo piano dell’alta gioielleria, che fà della sua artigianalità la massima espressione del Made in Italy.

Le sue gemme sono rare e preziose e vantano proprietà nobili che vanno dall’alta qualità alla bellezza sconvolgente e ricercatissima. Carlo Re fonda l’azienda offrendone e presentandone l’inconfondibile tocco di famiglia e tradizione, per mezzo di valorosi, altissimi maestri orafi.

Diamanti, gemme & perle. L’occhio viene intrappolato da quella che è la sua scelta dell’ inconfondibile bellezza eterna. Sono opere eccellenti che vànno dal classico al contemporaneo, come parlai già di forme abili nel concedere la vasta scelta al nostro “Io”.

L’innovazione è il punto fermo alla base della maison Recarlo.

Vorrei magnificare l’azienda con ciò che ha rubato il nostro cuore.

“Con Recarlo il nostro sì”  cit. Roberta & Vincenzo

Copyright Roberta Rughetti

Ancora vi mostrerò un servizio Recarlo la cui generosità ci farà sognare. Pietre e metalli nobili che si intersecano dando forme armoniche alle mani di chi avrà la fortuna d’indossarli. L’esempio più evidente sono i diamanti per festeggiare i momenti più felici della nostra vita. La nascita dei miei figli è già stata “la nascita” delle pietre più preziose. Recarlo di certo (messaggio incognito a mio marito) lo consiglierebbe, il tutto detto con gioia e sarcasmo, vi dico “Vestiamo l’aria di ciò che siamo” cit.  Roberta Rughetti.

“Eternity” Recarlo Copyright Roberta Rughetti
“Eternity” Recarlo Copyright Roberta Rughetti

Presentiamo la Collezione “Eternity”, anello a tre pietre in oro bianco. Per quanto riguarda i Kt,  possiamo trovarne di tutte le dimensioni che vanno dai 0.15 a salire. I diamanti taglio brillante & pavè di diamanti. Credo che il fascino sia assoluto e la luce emessa straordinariamente romantica.

La maison riesce a dare quella sensazione di sobrietà nonostante la “caratura” della bellezza di questa creazione.

Il ruolo dell’oggettistica d’arredo

Come ordinariamente uso fare per lavoro e passione, è avvertire quel senso di “feeling” tra me e le esposizioni varie , dagli show room alle vetrine dei negozi, fino ad arrivare alle fiere del mobile,  eventi come Expocasa (a cui dedicherò un articolo più avanti) che ricorrono in determinati periodi dell’anno.

Bisogna avvertire quel senso di attrattiva che fanno di noi una “calamita”. Gradirei cominciare a diffondere l’ idea di rilevanza dell’ oggettistica, ruolo esclusivo con relativo timbro del nostro estro, per dare vita a spazi importanti.

Sono in continua osservazione nel trovare la soluzione che più mi affianca (parlo della mia home) e sempre pronta a darvi un consiglio sulla vostra scelta per poi comporla. Dare la giusta collocazione è sostanziale. Ricordate sempre che un oggetto ben inserito, darà sempre carattere significativo agli ambienti.

Il buon gusto è dato dal saper comporre o isolare con armonia e raffinatezza lo schema che ci siamo presupposti. Non siate mai schiavi di ciò che, per sentito dire, si sceglie tanto per occupare uno spazio. L’informazione ci aiuta sempre, speranzosa che questo mio blog vi sia fruttuoso per crescere inseme.

Una dimostrazione pratica è anche l’acquisto di un vaso ad esempio, dal più semplice a quello dei grandi progettisti. Se l’oggetto, indipendentemente dal “valore” non ha lo spazio giusto, non avrà nessun tipo di identità e significato, ciò destabilizzerà l’angolo scelto e noi stessi.

Regalare tono è sinonimo di carattere, dare un’anima ad un luogo è sensazionale. Personalmente amo accostare stili diversi, un paio non di più. Per quel che mi riguarda ho scelto una base moderna con oggettistica varia, elementi di classico abbastanza forte e tendaggi sartoriali incantevoli. Parleremo dell’importanza dei tessuti e di tutte le caratteristiche tecniche decorative.

 

Copyright Roberta Rughetti

Ecco le suggestive immagini date dagli elementi particolarissimi ed a tratti introvabili di un negozio che definisco una “boutique”. Guardatene la disposizione, l’accostamento e l’accuratezza nel metterli insieme. Lo stupore e lo charme. Elaborare a mio avviso è il più gran lavoro che ci sia in qualsiasi campo, dare se stessi per farsi conoscere agli altri con assoluto garbo. Il “savoir faire” è inconfondibile.

Per informazioni su dove trovarli, scrivetemi su www.etaqua.com

Tonin Casa

Tonin Casa nasce nel 1975 con una particolarità, quella di produrre mobili classici e scarpiere. E’ dal 1990 che si comincia alla realizzazione del moderno. Ancora questa prodigiosa azienda vanta la sua progettazione e qualità artigianale in Italia. Fondata da Gianni Tonin, ci coinvolgerà pian piano conoscendola tramite la  passione e la determinazione nell’arredo.

Un’azienda che occupa nella storia del mobile trent’anni di evoluzione accurata nelle forme e nell’organizzazione di queste attraverso regimi sartoriali, riuscendo in quello che è la sicurezza e la  credibilità ineguagliabile nei suoi contesti.

L’azienda descrive il proprio amore per ciò che si crea e la profonda attenzione alla stabilità dei manufatti e dei materiali. L’innovazione è caratteristica principale della casa produttrice. Richiama molto la sensibilità dell’essere umano nell’inserire validi e personali elementi nella specifica casa.

Per Tonin Casa il “Made in Italy” è una filosofia, un valore, come da ella definita. Io stessa, apprezzo e mi sento lusingata da questa sua “dottrina”.

“Poltrona True” & “Tavolino Ios”  copyright Roberta Rughetti

Proponiamo in ordine due esempi di raffinato design dalle inconfondibili forme.

Il primo è la “Poltrona True” , concedetemi l’approccio con un termine di getto “tonico“, pervenuto alla mente non appena il mio sguardo le si è affiancato. Nel rispetto dell’ ordine dello show room ho trattenuto la voglia di sprofondare in quell’incantevole sagoma. Curata è la rifinitura e cucitura, come la definisco io “au contraire” ,che ne esalta l’assoluta bellezza. Particolare è il gruppo che si può formare unendole, dando vita ad un divano.

Il secondo è il “Tavolino Ios”. Ideatore Nicola Tonin. Pouf dalla forma armonica che ricorda una “stone” molto ricercata. La struttura è in polietilene stampato con tecnologia rotazionale. Si può avere il piano in legno o plexiglass.

Particolarità di questo complemento sono le mille sfaccettature nell’ utilizzo. Cambiando il coperchio può fare da vano porta bottiglie. Un’altra alternativa è offerta dalla possibilità di luce interna. Articolo a dir poco sbalorditivo.

 

Riflessi designed and made in Italy

Riflessi è un’azienda esclusivamente Made in Italy con sede ad Ortona. Doveroso fare il nome di Luigi Fammiano , uno dei titolari ed imprenditori della Riflessi. Tutto quello che c’è dietro al grande nome aziendale è la straordinaria ricerca, collaborazione e preparazione dei grandi designers, ingegneri ed architetti italiani.

E’ proprio attraverso queste figure estremamente attente e preparate che ritroviamo lo studio e l’approntamento, la messa a punto di evoluzioni che riguardano le forme. Materiali che sono visibilmente tecnologici, si fondono allo stile che calza di più all’esigenza del contemporaneo. La casa si appropria di uno stile meticoloso e preciso.

La vasta scelta e malleabilità dei prodotti, dànno modo all’essere, stabilità ed il giusto comfort nel poter rendere utile ed impeccabile la corretta collocazione nell’ambiente desiderato. Non solo la ricerca del “bello”, ma bensì quella che si definisce a mio avviso “la disciplina della funzionalità”.

Riflessi ci propone una vasta serie di complementi d’arredo caratterizzati dalla vasta scelta dei materiali quali il legno tamburato, vernici ad acqua ed il vetro. Inoltre l’alluminio che è reciclabile.

Riflessi ci regala la firma affettuosa italiana, permettetemelo come elogio al Paese.

“Shangai”,  copyright Roberta Rughetti

Presentiamo presto la linea “Shangai” big, questa è una limited edition.

E’ un tavolo dalla linea elegante e sofisticata. Adatto per soggiorni ma anche cucine importanti. La trasparenza ne esalta le caratteristiche di riflessione della luce sia naturale che artificiale. Forma lineare dalle peculiarità dell’ incrocio delle gambe in metacrilato trasparente su cui poggia il piano in cristallo temperato extrachiaro sp. 12 mm, piastre di supporto al piano in acciaio ad incollaggio.

Della linea troviamo gli allungabili, gli small in piano ovale e rotondo e le consolle. Trovo bene il contrasto con un pavimento piuttosto rustico che trova la sua armonia con ambienti luminosi e tendaggi adeguati.

Questo tavolo si presenta nelle sue molteplici varianti e rifiniture. Dona un’atmosfera incantevole al nostro sguardo.

 

Kartell

Kartell famosa azienda italiana con data di nascita 1949 a Milano fondata da Giulio Castelli un ingegnere chimico che produceva oggetti di uso casalingo e complementi per le vetture in materiale quale la plastica.

Il tutto prende veramente piede negli anni sessanta con l’aiuto della coniuge dell’ideatore,Anna Castelli Ferrieri. Nel 1972  avvenne la proclamazione al livello internazionale,attraverso una mostra presso il Museum of Modern Art a New York.

E’ una delle aziende simbolo della progettualità Made in Italy conosciutissima all’estero. Caratteristica principale è il far sì che materiali come il polipropilene diano vita a forme uniche ed identificabili istantaneamente.

“Clizia”, copyright Roberta Rughetti

Presentiamo qui la “Masters” per Kartell di Philippe Starck  con Eugeni Quitllet. Linee sinuose per lo schienale,fusi che si intersecano dando relax ed il giusto abbraccio al soggetto interessato all’acquisto.

La seduta è ampia e comoda e possiamo trovare le molteplici varianti di colore. Vincitrice del Good Design Award 2010, troviamo della serie il “Master Stool” ,dove la gamba viene allungata e la seduta più discreta nella dimensione.

La Masters visibilmente è una fusione di tre prototipi, la “Serie 7” di Arne Jacobsen, la “Eiffel Chair” di Charles Eames che insieme alla “Tulip Armchair” di Eero Saarinen che nell’insieme donano vita a “Masters”.

Idee geniali di grandi designers che fanno di veri oggetti opere d’arte ineguagliabili. Oltre la funzionalità e comodità abbiamo la possibilità di avere in casa nostra quello che definisco personalmente un “prodotto artistico”.

Slamp – lighting design

Slamp è una delle aziende leader nel settore dell’illuminazione. Forme accattivanti e sorprendenti. L’utilizzo di una nuova generazione di materiali, il debutto avviene nel 1992 ad oggi ed ogni nuova creazione cattura e stupisce l’occhio.

Slamp segue molto le direzioni artistiche contemporanee fino a renderle uniche e armoniche con l’utilizzo di componenti come l’uso di tecnopolimeri brevettati che, attraverso le loro proprietà ne rendono unica la riuscita del prodotto.

 

“Clizia”, copyright Roberta Rughetti

Vi presento una delle creazioni più incantevoli della Slamp, la Clizia fumè del designer Adriano Rachele. Descritta come una nuvola elegante,sembrerebbe a mio modo l’assemblaggio di farfalle che fluttua ed avvolge la luce. La consiglio per ambienti quali soggiorno e camere.

“Clizia”, copyright Roberta Rughetti

Un discorso più ampio và all’illuminazione con il modello Clizia in quanto la  diffusione e la ricerca della luce è desiderata dal tipo di ambiente scelto.Una fantastica piantana come fosse un fiore emerso da terra tra una seduta e l’altra di due divani uguali o totalmente diversi.

Ecco che si ritorna al discorso sull’accostamento di figure lineari o meno,dalla scelta delle forme piane a quella delle forme tondeggianti.

La Clizia inoltre propone lampade da tavolo come fossero vasi,alle plafoniere con effetto luce diffusione soffitto.

Dobbiamo essere in grado di dare la giusta illuminazione,il giusto grado di luce sia per facilitare la nostra veduta sia il nostro gusto.

Parleremo poi di luci calde o fredde,di sale da lettura,luci per soggiorno e per tutti gli altri ambienti di casa.

Ricordiamo sempre che la luce,la sua intensità che può essere fioca o più accesa,come i colori delle pareti ad esempio,  può influire sul nostro benessere e stato di relax.